Vinophila 3D Wine Expo - L' Expo per Vino, Birra e Bevande Alcoliche

ultimi articoli

Musei del gusto: in Italia abbondano, ma uno su tre non è nemmeno sul web e manca un hub nazionale di riferimento…

30 agosto 2022

(di Giulio Bendfeldt) Il dato è tutto sommato sorprendente: i “musei del gusto” in Italia sono ben 129, il 20% in più di quelli che si trovano in Spagna (107), quaranta in più rispetto ai “cugini” francesi (88) e tantissimi di più rispetto alla Germania (13 appena!) per restare alle “potenze europee” dell’agroalimentare. Dei 129 musei italiani ben 46 sono legati al mondo del vino e, dato davvero incredibile, soltanto 36 su 129 hanno un sito web. Di tour virtuali – sul modello del museo Vivanco nella Rioja – non se ne parla nemmeno, ovviamente.

Spiega a questo riguardo Ewan Henderson, Whisky ambassador, nel recente report sul turismo enogastronomico  coordinato da Roberta Garibaldi: «L’industria degli eventi scozzese è stata letteralmente travolta dalla pandemia. La sfida maggiore consiste nel costruire proposte capaci di adattarsi al contesto attuale. Pensiamo alle fiere del settore dei distillati; dallo svolgersi in presenza sono passate al digitale e, seppur non offrendo la medesima esperienza, credo che continueranno a tenersi in questa modalità anche una volta terminata la pandemia. I   cambiamenti legati al digitale che abbiamo vissuto nel 2020 ci indicheranno la via per far crescere i canali di vendita diretti al consumatore finale». In pratica, prima di approcciarsi ad un museo, gli appassionati lo visualizzano in digitale, in presenza sviluppano poi le esperienze dirette e, una volta rientrati al proprio domicilio, ritornano sul digitale per condividere coi propri amici quanto vissuto riproponendolo attraverso i device.

129 musei a dimensione regionale o territoriale – 20 in Piemonte, 18 in Emilia Romagna e 13 in Toscana – che si aggiungono a ben 103 strade del vino (di queste 10 non hanno nemmeno un sito web) e nessun hub nazionale come è, in Francia, la Cité du Vin di Bordeaux capace di intercettare mezzo milione di visitatori l’anno.

Nella realtà, s’era parlato sino a prima delle elezioni amministrative di Verona di realizzare nella città del Vinitaly un Museo dei Vino in grado di reggere il confronto con Bordeaux, coinvolgendo un archistar per trasformare tutta la parte prospicente la Fiera scaligera, anche mandando in galleria il viale a quattro corsie che tutti ben conosciamo, e creando quindi una sorta di agorà dalla fiera sino alle Gallerie Mercatali. Un progetto ambizioso, con un budget ipotizzato di diverse decine di milioni €, che vedeva fra i suoi promotori proprio l’attuale presidente della Fiera, Federico Bricolo, già senatore della Lega – entrato in carica poco prima delle elezioni amministrative scaligere –  che aveva coinvolto l’attuale ministro al Turismo, Massimo Garavaglia. Prima dell’estate, però, l’amministrazione di Verona ha cambiato colore politico e l’attuale primo cittadino, Damiano Tommasi (produttore viticolo in Valpolicella) sul progetto del museo non ha mai speso una parola. Un segnale di freddezza e forse qualcosa di più dato che si parla di rivedere nuovamente la governance stessa della fiera scaligera.

Eppure la creazione di un hub nazionale non è un fattore secondario nella crescita di un segmento di mercato – il turismo enogastronomico – che, a valori prepandemia fatturava 12 miliard€, il 5% del Pil, con 110 milioni di presenza con una forte presenza di turisti statunitensi, inglesi e tedeschi con una spesa quotidiana maggiore di quella degli “altri” turisti nel Bel Paese.

Nell’attesa di sapere se avremo o meno un hub nazionale, queste sono le dieci tendenze che raccontano il momento dell’enoturismo italiano e non solo: “Local is the new global”, “La crescita del bio”, “Il vino come catalizzatore di prenotazioni”, “Le potenzialità dei birrifici come destinazione turistica”, “Aprire le strade a bici ed escursionisti”, “Svolta digital per i musei del gusto”, “Corsa al patrimonio Unesco”, “Una ristorazione in difficoltà, ma eclettica e vivace”, “Agriturismo, il luogo del benessere” e “La capacità di valorizzazione delle grandi Regioni del Centro-Sud”.

Vinophila
Vinophila
Vinophila 3D Wine Expo - Il metaverso per Vino, Birra e Bevande Alcoliche

Latest Posts

spot_imgspot_img

Imperdibili